lunedì

Tristi vicende e gravi conseguenze che chiedono GIUSTIZIA !

Per dovere di Correttezza e Massima Trasparenza, in qualità di ormai ex Gran Cancelliere degli Ordini del Sacro Romano Impero, ritengo doveroso segnalare che, purtroppo stanno girando voci di corridoio infamanti nei confronti della mia persona, che si trova ad essere diffamata, anche tramite la Chat su WhatsApp dei Cavalieri, dalla quale ovviamente mi hanno escluso. Credo sia giusto che tutti vengano messi a conoscenza anche della mia versione dei fatti e non farsi un'idea dopo aver ascoltato una sola campana. 

Non considero degno di risposta il Decreto del 15 settembre 2022 a firma di Giuliano di Sant'Andrea dove si inizia con : 

" - Preso atto delle dimissioni del Gran Cancelliere, " 

(Dimissioni da me MAI presentate)

Questa è la PEC da me inviata in data 18 novembre 2022

PEC dove, non volendo avere più nulla a che fare con persone rivelatesi indegne, sia a livello associativo che nei rapporti personali, mi metto a disposizione per concordare un "incontro tecnico" per trasferire ad un loro incaricato, sia il Sito (da me realizzato e da sempre pagato l'hosting) che la Pagina Facebook sempre da me realizzata. 
La richiesta di un incontro "tecnico" si rendeva necessaria in quanto impossibilitato a comunicare User e Password che aprono una piattaforma dove sono contenuti altri miei Siti. 
Solo con un materiale trasferimento "fisico" questo diverrebbe possibile. 
Immaginate la mia amarezza quando, invece di ricevere una disponibilità per detto trasferimento, tutto è rimasto silente fino al giorno 4 dicembre 2022 quando, alle 9,50 del mattino, di Domenica, si sono presentati i Carabinieri nella mia abitazione per identificarmi e procedere all'Elezione di Domicilio perché mi hanno comunicato che è stata presentata una Querela nei miei confronti per "Appropriazione Indebita, danneggiamento di Programmi Informatici e quant altro ravvisabile". 
Siamo oltre ogni più kafkiana immaginazione e spero che la giustizia faccia il suo corso per perseguire chiuque diffami la mia persona. 
Ovviamente ho già dato incarico al mio legale di attivare ogni possibile strada a salvaguardia della mia immagine e alla punizione dei colpevoli. 
                      Giancarlo Bertollini